Ente di Formazione Professionale nel settore socio-educativo
Certificato UNI EN ISO 9001:2015 Accreditato e Autorizzato dalla Regione Lazio

Corsi di formazione regionali: cosa sono e come funzionano

HomeBlogCorsi di formazione regionali: cosa sono e come funzionano

Cosa sono i corsi di formazione regionali?

Per comprendere al meglio cosa sono e come funzionano i corsi di formazione regionali, occorre prima conoscere il significato di formazione professionale.

Per “formazione professionale” s’intende un percorso volto a facilitare l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro di giovani e adulti attraverso l’acquisizione di determinate competenze professionalizzanti.

In Italia, la formazione professionale assolve il ruolo di mero strumento per lo sviluppo economico, sociale e di politica attiva del lavoro, con l’obiettivo di favorire l’occupazione rispondendo ai continui cambiamenti di cui il mercato del lavoro è protagonista.

La formazione professionale può interessare sia gli studenti al termine di un ciclo di studi sia i lavoratori attivi o alla ricerca di occupazione.

Scegliere il proprio percorso di formazione professionale è importante; infatti, prima di decidere quale corso di formazione regionale prediligere, è utile schiarirsi le idee e raccogliere quante più informazioni possibili: dall’ente di formazione a cui si decide di affidarsi alla sua offerta formativa, dalla struttura del percorso di studi agli sbocchi lavorativi.

Continua a leggere questo articolo per approfondire:

  • cos’è e come funziona la formazione professionale regionale, i soggetti erogatori, i requisiti di accesso e le modalità di finanziamento previste;
  • come verificare se un corso è riconosciuto dalla regione Lazio;
  • a cosa servono i corsi accreditati MIUR e per capire se sono riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Frequenta un corso di formazione regionale
e costruisci il tuo futuro professionale

Cosa sono i corsi di formazione regionali e come funzionano?​

Si definiscono corsi di formazione regionali quei percorsi di qualifica professionale che hanno come obiettivo principale fornire competenze specifiche per accedere al mercato del lavoro e per conseguire abilitazioni obbligatorie per svolgere una determinata professione.

I settori professionali ai quali si rivolge la formazione regionale varia a seconda delle necessità territoriali.
Nella Regione Lazio, la crescente richiesta di personale specializzato all’interno di servizi per l’infanzia ha portato all’esigenza di incrementare percorsi di formazione atti a favorire lo sviluppo di competenze teorico-pratiche nel lavoro con i bambini e con la disabilità psichica e fisica. Infatti, abilitazioni come Operatore all’Infanzia, Tecnico di Ludoteca, OEPAC e per lavorare come operatori con gli IAA, costituiscono le qualifiche professionali attualmente fra le più ricercate nel settore socio-educativo.

Ciascuna Regione rilascia l’autorizzazione e la delibera di un corso per il conseguimento delle qualificazioni professionali basati su standard professionali in parte condivisi a livello nazionale ed europeo e in parte riferiti alla specificità territoriale. Questa differenziazione giustifica la suddivisione in due diverse sezioni: Repertorio delle competenze e Formazione regolamentata.

Per quanto riguarda il Repertorio delle competenze, si fa riferimento a quei profili e competenze professionali rilevanti per il sistema di istruzione, formazione e lavoro della Regione di appartenenza. In riferimento alla Regione Lazio, il Repertorio delle competenze è stato istituito con DGR e adeguato a quanto previsto dal D.lgs. 13/13 e dal Decreto Interministeriale del 30 giugno 2015.

Nella Formazione regolamentata, invece, rientrano tutte quelle professioni/qualifiche professionali le cui attività formative sono disciplinate da disposizioni normative nazionali o regionali. Questo implica che l’esercizio di una determinata attività professionale è condizionata sia da specifici requisiti previsti dalla legge nazionale, sia dalla disciplina regionale. In definitiva, è consigliabile consultare la specifica sezione dedicata alla Formazione regolamentata e visionare gli atti regionali che attestano gli standard formativi adottati in base alle normative di riferimento.

Come abbiamo visto, i corsi di formazione professionale regionali sono regolamentati da normative nazionali e regionali che disciplinano gli standard formativi come i requisiti di accesso, i contenuti, le modalità e i criteri di valutazione.

Vuoi un orientamento specifico e personalizzato?

Soggetti che erogano attività di formazione regionale

Chi può organizzare corsi di formazione?

I corsi di formazione professionale regionali possono essere erogati da vari soggetti, come enti pubblici e privati, Università statali e non statali legalmente riconosciute, le scuole, gli istituti professionali statali e paritari, i Centri di Formazione regionali e/o provinciali, i Centri/Enti di formazione pubblici, aziende e associazioni professionali.
Con riferimento alla Regione Lazio, per poter erogare corsi di formazione professionali regionali, sia i soggetti pubblici che privati, devono essere accreditati dalla Regione.

L’accreditamento consente ai soggetti formativi di partecipare ai bandi pubblici per l’erogazione di corsi finanziati con risorse regionali, nazionali o comunitarie, nonché di essere autorizzati a svolgere corsi non finanziati ai sensi del Titolo V della legge regionale 23/92.

In questo modo, i soggetti accreditati possono offrire ai cittadini una vasta gamma di opportunità formative, in linea con le esigenze della Regione di pertinenza e del mercato del lavoro.

I requisiti per accedere ai corsi di formazione regionali

Nonostante i requisiti necessari per partecipare possano variare in base alla tipologia di corso, in linea generale, bisogna accertarsi di:

In caso di cittadini stranieri, invece, è necessario:

Corsi di formazione regionali: la tipologia di offerta

L’offerta formativa regionale prevede numerosi corsi di cui alcuni finanziati dalla Regione stessa, altri, invece, non finanziati, ovvero il pagamento del corso è a carico del partecipante.

Sul sito ufficiale della Regione Lazio è possibile reperire informazioni sull’intera offerta formativa consultando l’apposita sezione “Offerta Formativa”.

    Infatti, attraverso una ricerca mirata è possibile verificare:

    • la tipologia del corso di formazione professionale regionale, ovvero se si tratta di corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo o di Corsi Autorizzati a pagamento;
    • la Provincia e il Comune in cui si tengono i corsi;
    • settori di riferimento.

    Per quanto riguarda i corsi di formazione regionali finanziati, sono quei corsi che ricevono un contributo pubblico per la loro realizzazione, grazie a fondi europei, nazionali o regionali. Questi corsi sono gratuiti per i partecipanti e hanno lo scopo di favorire l’occupazione, l’aggiornamento professionale e lo sviluppo delle competenze. Nella Regione Lazio, i corsi di formazione regionali sono spesso finanziati o cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE).

    Nel panorama della formazione professionale, oltre ai corsi finanziati, sono previsti i corsi di formazione non finanziati dalla Regione. Si tratta di corsi erogati da Enti privati accreditati, che non ricevono alcun contributo pubblico per la loro realizzazione.

    Per erogare corsi di formazione regionali, gli enti privati devono essere autorizzati e accreditati dalla Regione. Questo significa che gli enti di formazione devono soddisfare e rispettare determinati requisiti indicati dalla Regione di appartenenza.

    I corsi erogati da Enti accreditati rilasciano, al termine del percorso formativo, un Attestato di Qualifica Professionale che certifica le conoscenze e le abilità acquisite dal corsista. Inoltre, alcuni corsi prevedono anche la possibilità di effettuare un tirocinio presso enti convenzionati.

    I corsi autofinanziati rappresentano una risorsa preziosa per l’ambito socio-educativo. Spesso, la formazione regionale finanziata non è in grado di soddisfare i bisogni di offerta formativa nel settore dei servizi all’infanzia. Per questo motivo, la Regione autorizza e accredita enti di formazione privati che offrono corsi regionali non finanziati.

    L’offerta formativa autofinanziata nell’ambito socio-educativo permette, quindi, di colmare il gap tra l’offerta formativa finanziata dalla Regione e le esigenze del mercato del lavoro. Inoltre, permettono di garantire un’offerta formativa adeguata e di alta qualità, contribuendo alla formazione di professionisti sempre più preparati e aggiornati.

    Come scegliere il corso più adatto a te? Chiamaci per fissare un colloquio o per parlare con uno dei nostri consulenti esperti! 

    Come fare a capire se un corso è riconosciuto dalla Regione?

    Per capire se un corso è riconosciuto dalla Regione, occorre verificare se l’ente di formazione erogatore è stato accreditato dalla Regione di appartenenza e che i corsi siano stati autorizzati.

    Per quanto concerne la Regione Lazio, è sufficiente consultare il sito ufficiale nell’apposita sezione “Sistema di Accreditamento per la Formazione”. In quest’area, è possibile accedere al documento, costantemente aggiornato, degli enti di formazione professionali autorizzati e accreditati dalla Regione Lazio.

    Ma cosa si intende per accreditamento di un ente di formazione?

    Come indicato nella Deliberazione Giunta Regionale n. 682 del 01/10/2019 della Regione Lazio – Allegato A – “L’accreditamento è quell’atto con cui la Regione riconosce l’idoneità di soggetti pubblici e privati, con sedi operative presenti sul proprio territorio e in possesso dei requisiti necessari, a realizzare interventi di formazione finanziati con risorse pubbliche o autorizzati e non finanziati ai sensi del Titolo V della legge regionale n. 23 del 25.2.1992.

    Per ottenere l’accreditamento, gli enti di formazione devono dimostrare di possedere dei requisiti minimi in termini di competenze, risorse strumentali, organizzazione e gestione. Questi requisiti possono variare a seconda della Regione e del settore di riferimento. Inoltre, gli enti accreditati devono sottoporsi a delle verifiche periodiche da parte della Regione, così da garantire che i requisiti di idoneità e gli standard qualitativi siano sempre aggiornati.

    L’accreditamento è quindi un sistema che tutela sia gli enti di formazione, che possono aumentare la loro credibilità e visibilità, sia coloro che decidono di investire nella formazione autofinanziata, in quanto possono scegliere con sicurezza i corsi più adatti alle loro esigenze.

    Corsi di formazione: come sapere se sono riconosciuti dal MIUR

    Il modo più semplice per capire se un corso di formazione regionale è riconosciuto dal MIUR, è visionare l’elenco dei soggetti accreditati/qualificati.

    Per accedere alla lista, è necessario visitare il sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione e del Merito.
    Consultando l’area dedicata al “Accreditamento enti e qualificazione associazioni” è possibile scaricare il documento con l’elenco degli enti accreditati/qualificati, aggiornato annualmente.

    A che cosa servono i corsi riconosciuti dal MIUR?

    I destinatari dei corsi riconosciuti dal MIUR è il personale scolastico in servizio a tempo indeterminato. Infatti, come stabilito dalla legge 107 del 2015, tutti i docenti di ruolo con contratto negli Istituti Pubblici di qualsiasi ordine e grado, hanno l’obbligo di formazione e aggiornamento professionale.

    I corsi riconosciuti dal MIUR possono essere utili anche per coloro che intendono partecipare ai bandi pubblici perché contribuiscono a dare punteggio nelle graduatorie per concorsi ATA e le graduatorie docenti. Questo, però, non vale per tutti i corsi!

    Anche in questo caso, infatti, i soggetti che intendono erogare corsi accreditati dal MIUR per il personale scolastico, devono richiedere al Ministero dell’Istruzione e del Merito l’accreditamento o il riconoscimento di soggetto qualificato.

    Le modalità di accreditamento, di qualificazione, di riconoscimento dei corsi e i requisiti di qualità e di pertinenza, sono stabiliti dalla Direttiva 170 del 21 marzo 2016.

    Tra i principali titoli e certificazioni che conferiscono punteggio e sono riconosciuti dal MIUR:

    • Master di primo e secondo livello;
    • Certificazioni linguistiche;
    • Corsi di perfezionamento;
    • Corsi CLIL – Content And Language Integrated Learning;
    • Corsi di Informatica.

    Per consultare le iniziative promosse dai soggetti accreditati/qualificati, il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha istituito la piattaforma online S.O.F.I.A. (Piattaforma per la Governance della Formazione).

    Conclusioni

    Abbiamo esplorato il mondo dei corsi di formazione regionali professionali, evidenziando come rappresentino un’opportunità significativa per coloro che cercano di acquisire o aggiornare competenze professionali. Tuttavia, è importante notare che non tutti i settori offrono percorsi formativi finanziati dalla Regione.

    In particolare, se il tuo obiettivo è lavorare nel settore socio-educativo, potresti scoprire che molti corsi di formazione regionali richiedano un investimento in termini di tempo e di risorse economiche. Ma non lasciarti scoraggiare! Questi corsi, erogati da enti privati autorizzati e accreditati dalla Regione Lazio, ti permetteranno di lavorare in svariati contesti come figura professionale riconosciuta dalla Regione.

    Non dimenticare, la formazione è un investimento per il tuo futuro professionale!

    In conclusione, i corsi di formazione regionali offrono opportunità preziose per l’apprendimento e lo sviluppo professionale. Scegli il percorso che meglio si adatta alle tue esigenze e aspirazioni, e avrai le competenze e la preparazione per raggiungere i tuoi obiettivi.

    Scopri i nostri corsi in partenza! Consulta il calendario e contattaci per ricevere maggiori informazioni.
    Group of cute children lying on grass
    Iscrizioni Aperte
    Nuovi corsi in partenza a Settembre
    Corso OEPAC – Operatore Educativo per l’Autonomia e la Comunicazione 

    Corso Operatore all’Infanzia 

    Corso per Tecnico di Ludoteca 

    Corso per Interventi Assistiti con gli Animali 

    Autorizzati dalla Regione Lazio

    Affrettati! Pochi posti disponibili